Dedica una settimana al pensiero: la think week di Bill Gates

Se non hai mai sentito parlare della think week che Bill Gates pratica da due decenni, potresti dover ripensare la tua prossima vacanza, grazie a concetto innovativo.

Dedica una settimana al pensiero: la think week di Bill Gates

Molti di noi lavorano al PC ed al telefono tutto il giorno, inoltre siamo costantemente in lotta con la distrazione. Tra incontri e progetti settimanali, notifiche, e scadenze, quando è stata l’ultima volta che hai avuto la possibilità di sederti e riflette a fondo sui tuoi obiettivi più grandi?

Per Bill Gates e molti altri che hanno adottato questa pratica, la risposta è un ritiro da solo con te e i tuoi pensieri. E sembra magico.

Come fa Bill Gates a farlo?

Nel 1995, quando l’era di Internet era agli albori, Bill Gates inviò un promemoria chiamato “The Internet Tidal Wave” al personale esecutivo di Microsoft. In esso, ha previsto con precisione che la superstrada dell’informazione stava per rovesciare l’industria informatica che ha contribuito a creare, e ha invitato Microsoft ad adattarsi e dominare il nuovo scenario.

Mentre il promemoria è premonitore, va notato che Gates qualche mese prima, suppose erroneamente che internet, fosse un passaggio verso una forma più elaborata di scambio di informazioni digitali. Ma, come dice la storia, grazie ad una delle sue leggendarie “Think Weeks” ha riportato Microsoft verso il futuro.

Per decenni, Gates si è imbarcato in ritiri biennali di sette giorni in un luogo isolato a nord-ovest dell’Oceano Pacifico. Mentre è lì, si disconnette da tutta la tecnologia e si taglia fuori da famiglia, amici e colleghi, tranne che per un custode che gli fornisce due semplici pasti giornalieri. Mentre si trova isolato, legge articoli di giornale, libri, notizie del settore ecc..

Elabora le risposte a ciò che ha letto, e si impegna in una riflessione attiva, lasciando che le nuove idee si riversino nello spazio tranquillo che ha sgomberato per loro nella sua testa.

La sua strategia della settimana del pensiero ha funzionato. Oltre al memo “Tidal Wave”, Gates avrebbe avuto l’idea per il Surface, e altre innovazioni aziendali mentre partecipava ai suoi ritiri.

Mentre la maggior parte di noi non ha accesso ad buen retiro a due piani, e a uno chef privato, il concetto di rallentare, scollegare e prendere tempo per noi stessi vale la pena di essere esplorato, sia per il nostro benessere personale che professionale.

Quali sono i benefici?

Mentre non c’è molta ricerca sulle Settimane del Pensiero, i sostenitori della pratica riportano una lunga lista di benefici, tra cui una maggiore attenzione, una spinta nel pensiero creativo e una varietà di miglioramenti per la salute.

Quando ci disconnettiamo da internet, ci liberiamo dal disordine mentale e siamo molto concentrati sui nostri pensieri. Cambiare postazione di lavoro, ad esempio, può anche aumentare la creatività e ispirare nuove idee in virtù del fatto di trovarsi in un ambiente diverso, con input del tutto nuovi. 

Ad esempio, uno studio ha scoperto che gli studenti universitari che hanno studiato 40 parole di vocabolario in due luoghi diversi, hanno conservato molte più informazioni rispetto agli studenti che hanno studiato in un solo luogo. A volte, un cambio di scenario può fare la differenza.

La struttura di sette giorni è utile perché fornisce una data specifica di inizio e fine dell’attività, offrendo la motivazione per raggiungere gli obiettivi entro questo periodo di tempo. Tuttavia, questo non deve essere confuso con una scadenza difficile, che gli studi hanno dimostrato che può causare inutili stress e soffocare la creatività; che è l’antitesi stessa dello scopo di una settimana del pensiero.

La struttura di una settimana dovrebbe essere usata come un quadro di riferimento, non come una prigione.

La think week è vantaggiosa 

Poi ci sono i benefici per la salute. Luoghi tranquilli circondati da boschi e natura, o magari il mare d’inverno, ci permettono di esplorare l’esterno e respirare a pieni polmoni. Studi hanno dimostrato che la vivere all’aria aperta espone a batteri benefici e oli essenziali di origine vegetale.

Consente inoltre di inalare ioni caricati negativamente, che si ritiene contribuiscono ad aumentare la serotonina, alleviare la depressione, ridurre lo stress e aumentare i livelli di energia.

Camminare immersi nella natura ci permette anche di crogiolarsi alla luce del sole e di fare il pieno di vitamina D, che è un importante sistema immunitario e stimolatore dell’umore, e di fare esercizio aerobico, che può stimolare la memoria verbale e l’apprendimento.

In questo ambiente naturale, scollegato e rilassato, è possibile liberare il cervello e vedere le cose da una prospettiva diversa, dando ai tuoi pensieri lo spazio di cui hanno bisogno per resettare, concentrarsi e rivalutare i tuoi obiettivi e le tue aspirazioni.

Come fare la propria settimana del pensiero

Questo rituale può essere affrontato in molti modi, dai soggiorni di un giorno su un sentiero escursionistico, alle vacanze di sette giorni su un’isola remota. Tuttavia, ci sono alcune regole di base da seguire per trarre il massimo beneficio da questa esperienza.

Cerca di bloccare la tua agenda per tempo, in modo da tenere fuori scadenze e riunioni, inoltre scegli dei luoghi fuori dalla calca.Trova un hotel, un campeggio, una casa, un Airbnb, una tenda o anche una casa sull’albero abbastanza isolata e, idealmente, vicina alla natura. 

Inoltre, è necessario fissare degli obiettivi per il tuo tempo libero. Capire ciò che stai cercando di realizzare, sia che si tratti di risolvere problemi specifici o di esplorare idee libere, ti aiuterà a trarre vantaggio dalla vostra maggiore concentrazione. Porta con te alcune cose, come libri d’ispirazione, white paper, kindle, taccuini e penne, per incoraggiare il flusso di idee.

Una volta che inizi questa settimana dedicata al pensiero, abbraccia il tuo nuovo ambiente e cerca di impegnarvi a stare lontano dal tuo telefono cellulare, dalle e-mail e da internet.

Queste cose non solo ti distraggono, ma uno studio di Hewlett Packard del 2005 ha scoperto che le interruzioni persistenti delle email possono far cadere il tuo quoziente d’intelligenza di 10 punti. Inoltre, non dimenticate di lasciare tempo per le attività all’aperto come l’escursionismo e la meditazione.

Uno studio del 2012 ha scoperto che le persone che si sono disconnesse e hanno camminato per tre o quattro giorni hanno registrato un aumento del 50% nella risoluzione dei problemi.

Farlo accadere

La think week può non essere per tutti, ma se puoi permetterti del tempo libero dal lavoro e lontano dalla famiglia, può essere un gioco che cambia la tua produttività e l’orientamento alla carriera. Non si tratta di una vera e propria pausa rilassante, ma si torna sicuramente ricaricati e lucidi.

E’ giunta l’ora di cambiare

Se ti è piaciuto questo post, amerai ogni sabato mattina la mia email con i migliori post di produttività, cambiamento e carriera. Iscriviti e ricevi una copia gratuita del mio ebook, “Miglioriamo noi stessi“. Unisciti al viaggio per costruire una vita migliore.

Lascia il tuo commento