Skip to main content

Una delle cose più potenti che puoi fare è avere dei rituali per una vita fantastica. Si dice spesso che la vita è ciò che ne fai. Non si tratta delle circostanze che ti vengono date, ma di come scegli di conviverci. Questi sono 5 rituali che aiuteranno chiunque a vivere una vita più appagante e felice. Questi rituali possono essere praticati in qualsiasi ordine e in qualsiasi momento della giornata.

Ecco i 5 rituali per una vita fantastica:

Gratitudine

Ogni giorno, provate a scrivere cinque cose che apprezzate veramente. Questo è fra i miei rituali per una vita fantastica preferiti. Gli studi dimostrano che questi semplici esercizi possono migliorare significativamente il benessere soggettivo e ridurre il senso di solitudine.

Smettete di dare per scontate le cose positive. Ci sono molte, moltissime cose positive nella vostra vita.

Ricordate il bene. Apprezzatelo. Assaporatelo.

La gratitudine è qualcosa che potete fare da soli, nella vostra testa. Ma il vero lavoro di riconnessione si estende ben al di là del vostro cervello e coinvolge altre persone.

Una delle cose più potenti che puoi fare è essere grato per ciò che hai e per chi sei. La ricerca mostra che la gratitudine migliora la nostra salute fisica ed emotiva, eleva il nostro umore e rafforza i legami sociali. Quindi dedica qualche minuto ogni giorno per elencare cinque cose per cui sei grato: farà la differenza nella tua vita!Inizia a essere grato per ciò che hai e per chi sei.

Reciprocità

La reciprocità è quando ci sentiamo obbligati a restituire qualcosa dopo che qualcuno ci ha dato qualcos’altro. È importante riconoscere che dare senza aspettarsi nulla in cambio renderà più felici sia il donatore che il ricevente. Quindi mostra apprezzamento quando qualcuno fa qualcosa di carino per te.

Quando qualcuno si sente solo, di solito si cerca di aiutarlo. E questa è un’idea terribile. Davvero. Prendete questa idea, strappatela e gettatela nella spazzatura di qualcun altro. A nessuno piace la pietà, soprattutto quando ci sentiamo giù e soli. Quello che ci piace è sentirci necessari. Sentirci vitali. Essere necessari. Per quanto possa sembrare strano, quando qualcuno si sente solo non offrite aiuto, ma chiedetegli di aiutarvi.

Essere rispettati, dipendere da qualcuno, capire la propria importanza: tutte queste cose possono dare a una persona sola un senso di valore e di appartenenza che riduce il senso d’isolamento.

Deve iniziare con un’azione da parte loro, non con un’azione da parte vostra. E se avete bisogno di sentirvi meglio, agite. Raggiungete gli altri. Anche quando non ci si sente bene. Anzi, soprattutto quando non ci si sente bene.

Spesso, quando non ci sentiamo bene, vogliamo solo entrare nel nostro castello e tirare su il ponte levatoio. Ma questo è il momento di tendere la mano. Non solo agli amici, ma anche agli sconosciuti.

Altruismo

Fra i rituali per una vita fantastica c’è l’altruismo. Per molti di noi, uscire e lavorare nel tempo libero, gratuitamente, sembra orribile. Ma la ricerca dimostra che può farvi sentire molto più felici.

Fate volontariato: in biblioteca, alla Croce Rossa, e così via. Iniziate a fare parte di qualcosa di più grande di voi. Aiutare gli altri, condividere le proprie conoscenze, provare un senso di missione: tutto questo vi darà una sensazione di espansione di sé simile a quella che si prova quando si ha una relazione d’amore.

Facciamo cose gentili e questo ci fa sentire una brava persona. Non aspettare di sentirti un santo per agire da santo. Fate subito qualcosa di altruistico e il vostro cervello dirà: “Faccio volontariato regolarmente. Credo di essere una brava persona”. È così che superiamo il senso di colpa.

Aiutate gli altri e non vi sentirete solo una brava persona, ma sarete una brava persona. Sarete raggianti.

Scelta

Quando ci sentiamo giù di morale, possiamo andare avanti e indietro tra il senso di colpa e la vergogna. Questa non è una soluzione. Anzi, è il problema. Anche se le vostre azioni non sembrano sempre avere un significato, hanno sicuramente delle conseguenze. Avete una scelta.

Potete decidere in questo momento – sì, in questo momento – se volete sentirvi soli o felici. Smettete di aspettare che il cambiamento “accada”. Non si diventa migliori semplicemente aspettando. Non ci si trasforma passivamente e misticamente in una persona diversa con una nuova vita. Questa è la vostra vita. Proprio qui. In questo momento. Prendete una decisione.

Come per la gratitudine, cambiare prospettiva è fondamentale. Ma tutto inizia con una scelta. E questa scelta non è un peso, è un’opportunità.

Divertimento

Divertirsi. Non dovremmo aver bisogno di ricordarlo, ma troppo spesso lo facciamo. E condividete questi bei momenti con gli altri. Fa la differenza, per voi, per loro e per le vostre relazioni.

La scienza dimostra che il piacere è un fattore predittivo del benessere e della soddisfazione della vita. Fortunatamente, gli eventi positivi tendono a verificarsi più spesso di quelli negativi. Tuttavia, non tutti si impegnano a goderne, un processo che gli psicologi chiamano capitalizzazione. Condividere le buone notizie e i bei momenti con gli altri aiuta ad aumentare le emozioni positive e a ridurre la solitudine.

Socrate disse:

“La vita non esaminata non vale la pena di essere vissuta”

Aggiungo che anche la vita troppo esaminata potrebbe non essere degna di essere vissuta. Smettete di pensare e andate a divertirvi.

Ecco i nostri rituali per una vita fantastica:

  • Gratitudine: Pensate a come la vita potrebbe essere peggiore. Siate felici. Apprezzate le cose belle che sono reali.
  • Reciprocità: Siate unici nel proporvi senza chiedere nulla in cambio. Le persone che vi stanno accanto vi adoreranno.
  • Altruismo: Volontariato. Offrite le vostre conoscenze o competenze per aiutare qualcuno.
  • Scelta: potete scegliere di fare qualcosa di diverso. Oppure potete scegliere di vedere le cose in modo diverso.
  • Divertimento: Andate a divertirvi. Se non lo fate, diventerete il vostro peggior nemico. E condividete i bei momenti con gli altri.

Non comprendiamo appieno la vita e non comprendiamo appieno il nostro cervello. Tutta la filosofia e tutte le neuroscienze non hanno tutte le risposte. Ma a volte l’amore e la connessione ce l’hanno. Sono una cosa importante. Abbastanza grande da fare la differenza.

Le nostre relazioni con gli altri sono un vincolo di felicità.