Il prezzo che paghi per la distrazione

La distrazione genera confusione, uccide il tuo tempo libero, e ti allontana gradualmente dalla realtà.

Il prezzo che paghi per la distrazione

Se chiedi a chiunque cosa apprezza di più nella vita, avrai subito le risposte che cerchi: la famiglia, gli amici, essere in buona salute, viaggiare ecc.. La lista è lunga.

Purtroppo, per quanto semplice sia identificare ciò che conta di più per noi, trovare l’attenzione e la motivazione a fare tutte le attività necessarie per rimanere fedeli ai nostri valori e obiettivi è tutta un’altra questione.

Saltiamo la palestra dopo una lunga giornata di lavoro, continuiamo a scorrere Instagram mentre si avvicina una scadenza, e controlliamo e-mail e notifiche mentre cerchiamo di trascorrere del tempo con i nostri amici e persone care.

Sono molto favorevole alla tecnologia. Penso che possiamo ottenere il meglio dalla tecnologia senza lasciare che essa si prenda il meglio da noi. Tutti i libri sull’argomento che ho visto, sono molto anti-tecnologici. Il problema è la tecnologia, giusto? Facciamo una disintossicazione digitale, sbarazziamoci del nostro telefono in un modo o nell’altro.

Tutto questo non funziona. 

Il prezzo che paghi per la distrazione

Capire che cosa ci spinge alla distrazione

Perché così tanti di noi cadono in preda alla distrazione, spesso inconsapevolmente?

Ci sono molte ragioni per cui abbiamo una predilezione per la distrazione. 

Viviamo in un mondo di abbondanza in contrapposizione a un mondo di scarsità (vi ricordate come eravamo prima degli smartphone?), non abbiamo bisogno di essere così presenti. Oggi non ci piace quello che attualmente abbiamo abbastanza a lungo per stare fermi, e siamo costantemente alla ricerca di qualcos’altro.

Non ne abbiamo bisogno. Essere insoddisfatti non è un problema. È così che si è evoluta la nostra specie. Perché essere insoddisfatti è molto benefico dal punto di vista evolutivo. Una specie che è costantemente perturbata è costantemente alla ricerca di più, ha fatto meglio di una specie genetica che è soddisfatta.

Penso ad i nostri antenati che erano soddisfatti.

Ma penso anche all’Italia del boom economico degli anni 50.

E quello stesso desiderio di sempre più che spesso può portare alla distrazione è anche uno dei nostri più grandi tratti distintivi. È ciò che ci porta ad esplorare il cosmo, a trovare nuove medicine, a ribaltare i despoti. Voglio dire, questa è davvero una caratteristica fondamentale di ciò che ci rende una specie di successo.

Il problema, naturalmente, è che a volte i nostri tratti migliori portano anche ad alcuni dei nostri tratti negativi. E’ la stessa caratteristica di cercare sempre di più può condurci verso la distrazione, il che ci rende difficile concentrarsi su una cosa alla volta.

La buona notizia è che l’antidoto all’impulsività è dentro di noi.  Nonostante il fatto che abbiamo tutti i tipi di tendenze naturali, non (sempre) cediamo ad ogni impulso, giusto? Quando sei arrabbiato con qualcuno, non lo uccidi. Ci sono molte cose che facciamo che temperano i nostri impulsi.

Ecco perché è così importante capire meglio il nostro temperamento e usare questi hack psicologici per capire la natura delle nostre voglie, la natura delle distrazioni, in modo da poterci procurare questi inneschi interni, questi stati emotivi scomodi, che ci spingono verso la distrazione.

Il prezzo che paghi per la distrazione

Perché non facciamo quello che diciamo di fare?

Sappiamo tutti cosa dovremmo fare. Ma il fatto è che, se ci sediamo e pensiamo alla risposta, conosciamo le risposte. Sappiamo cosa fare. Se si vuole perdere peso, dobbiamo fare esercizio fisico e mangiare bene. Se si vuole essere più produttivi sul lavoro, dobbiamo impegnarci al massimo. Se vuoi avere relazioni più strette, passa più tempo di qualità e sii pienamente presente con chi ami.

Ma perché non lo facciamo? Perché non facciamo queste cose? In sostanza, sappiamo cosa fare. 

Ci sono solo tre ragioni per cui ci si distratti. 

I tre motivi della distrazione

Il primo motivo è dato dallo sfuggire a qualche tipo di innesco interno, nel qual caso la soluzione è cambiare la fonte di quel disagio o imparare strategie per affrontare il dolore che non si può eliminare dalla propria vita, e questo fa parte dell’essere umani; ci sono tutti i tipi di sensazioni scomode che abbiamo provato durante la giornata. Quindi o risolvere il problema o imparare ad affrontarlo.

Il secondo motivo per cui siamo distratti sono i fattori scatenanti esterni. Quindi, se qualcuno o qualcosa ti interrompe e ti porta fuori strada. Queste sono cose che possiamo sistemare ad esempio eliminando del tutto le notifiche.

E infine, il terzo motivo per cui ci distraiamo è a causa di un problema di pianificazione. Prova a tracciare e registrare dove e quando ci siamo distratti. 

Così facendo è possibile capire qual è stata la fonte della distrazione, se si trattava di un trigger interno (primo motivo), un trigger esterno (secondo motivo) o un problema di pianificazione (terzo motivo), e poi agire per risolvere il problema la prossima volta in modo che non si ripeta nello stesso modo in futuro.

La distrazione è inevitabile. Ma se sappiamo perché ci siamo distratti, solo allora possiamo prendere provvedimenti per risolvere il problema in modo che non si ripeta in futuro. 

Recenti studi dicono che due terzi delle persone non tengono un calendario. Nel 2019 è davvero pazzesco: questa è una formula per distrarsi costantemente. Non si può chiamare qualcosa distrazione se non si sa da cosa ti ha distratto. Se non sai cosa intendi fare, tutto è una distrazione. Tutto ti porta fuori strada perché non hai definito cosa volevi fare.

Quindi non è che nessuna di queste distrazioni: guardare la tua serie TV preferita, leggere un libro, usare i social media, possono essere considerate distrazioni se sono fatte volontariamente. Quindi, fintanto che si sa cosa si desiderava fare allora non è una distrazione.

Quindi quello che devi fare è trasformare i tuoi valori in tempo. Significa, se qualcosa è prezioso per te nella tua vita, allora devi trovare il tempo da dedicare. 

E’ giunta l’ora di cambiare

Se ti è piaciuto questo post, amerai ogni sabato mattina la mia email con i migliori post di produttività, cambiamento e carriera. Iscriviti e ricevi una copia gratuita del mio ebook, “Miglioriamo noi stessi“. Unisciti al viaggio per costruire una vita migliore.

Lascia il tuo commento