Matrice di Eisenhower 1

Matrice di Eisenhower

Che cos’è la Matrice di Eisenhower?

La Matrice Eisenhower, detta anche Matrice Urgente-Importante, vi aiuta a decidere e a dare priorità ai compiti in base all’urgenza e all’importanza, risolvendo i compiti meno urgenti e importanti che dovreste delegare o non fare affatto.

Matrice di Eisenhower 3

Da dove viene il nome?

Dwight D. Eisenhower è stato il 34° presidente degli Stati Uniti dal 1953 al 1961. Prima di diventare presidente, ha servito come generale nell’esercito degli Stati Uniti e come comandante supremo delle forze alleate durante la Seconda guerra mondiale. In seguito divenne anche il primo comandante supremo della NATO.
Dwight doveva continuamente prendere decisioni difficili su quali dei molti compiti doveva concentrarsi ogni giorno. Questo lo portò infine a inventare il famoso principio di Eisenhower, che oggi ci aiuta a dare priorità all’urgenza e all’importanza.

Come usare la Matrice di Eisenhower?

La Matrice di Eisenhower ci aiuta nella priorità dei compiti in base all’urgenza e all’importanza si traduce in 4 quadranti con diverse strategie di lavoro:

FARE

Focus
su compiti importanti
da fare lo stesso giorno

PIANIFICARE

Importante, ma non così urgente che deve essere programmata

DELEGARE

Urgente ma non importante, l’attività può essere delegata

NON FARE

Non urgente e non importante, puoi tranquillamente farne a meno

Chiamiamo il primo quadrante FARE prima di tutto perché i suoi compiti sono importanti per la tua vita e la tua carriera e devono essere svolti oggi o al più tardi domani. Potreste usare un timer per aiutarvi a concentrarvi mentre cercate di svolgerne il più possibile.

Un esempio di questo tipo di compito potrebbe essere la revisione di un documento importante per il vostro manager.

Il secondo quadrante lo chiamiamo PIANIFICARE. I suoi compiti sono importanti ma meno urgenti. Qui dovreste elencare i compiti da inserire nel vostro calendario.

Un esempio di questo potrebbe essere una ripresa pianificata da tempo della vostra attività in palestra.

I time manager professionisti lasciano meno cose non pianificate e quindi cercano di gestire la maggior parte del loro lavoro nel secondo quadrante, riducendo lo stress terminando le attività urgenti e importanti da svolgere ad una data ragionevole nel prossimo futuro ogni volta che arriva una nuova attività.

Il terzo quadrante è per quei compiti che potreste DELEGARE in quanto per voi sono meno importanti di altri, ma comunque piuttosto urgenti. Dovreste tenere traccia dei compiti delegati via e-mail, per telefono o durante una riunione per verificare in seguito i loro progressi.

Un esempio di compito delegato potrebbe essere quello di qualcuno che ti chiama per chiederti un favore urgente o per chiederti di partecipare a una riunione. Potreste delegare questa responsabilità suggerendo una persona migliore per il lavoro o dando al chiamante le informazioni necessarie per far sì che se ne occupi lui stesso.

Il quarto e ultimo quadrante si chiama NON FARE perché è lì per aiutarvi a risolvere le cose che non dovreste fare affatto.

Scoprire e fermare le cattive abitudini, come navigare in internet senza un motivo o giocare troppo a lungo, ti danno una scusa per non essere in grado di occuparti di compiti importanti nel 1° e 2° quadrante. In tutto questo ci viene in aiuto la Matrice di Eisenhower.

5 consigli per la gestione del tempo quando si lavora con la Matrice Eisenhower

  1. Mettere le cose da fare in una lista libera la mente. Ma prima mettete sempre in dubbio ciò che vale la pena di fare.
  2. Provate a limitarvi a non più di otto compiti per quadrante. Prima di aggiungerne un altro, completate prima il più importante. Ricordate: non si tratta di raccogliere, ma di finire i compiti.
  3. Dovreste sempre mantenere un solo elenco sia per le attività commerciali che per quelle private. In questo modo non potrete mai lamentarvi di non aver fatto nulla per la vostra famiglia o per voi stessi alla fine della giornata.
  4. Non lasciatevi distrarre da voi stessi o da altri. Non lasciate che siano altri a definire la vostra priorità. Pianificate la mattina, poi lavorate sulle vostre cose. E alla fine, godetevi la sensazione di completezza.
  5. Infine, cercate di non procrastinare così tanto. Nemmeno gestendo eccessivamente i vostri impegni.
    Per ulteriori consigli, fate riferimento alla nostra introduzione completa alla gestione del tempo.
Autore di Cambia le tue Abitudini

Sono Domenico Marra, mi occupo di cambiare le tue abitudini. Un passo alla volta.

Il mondo sarebbe un posto migliore se tutti gli uomini e le donne adottassero delle sane abitudini. Ho creato Cambia le tue Abitudini perché  voglio farti riflettere sulle tue abitudini: quelle cattive da lasciare, e quelle buone da abbracciare.

Grazie a questo progetto contribuisco a diffondere idee, suggerimenti, ed esempi, su come adottare uno stile di vita sano grazie alle giuste abitudini.

La mia attività è utile perché crea un percorso articolato per punti che ti servono per aiutarti a focalizzarti sugli aspetti più importanti della tua vita.

Mi trovi anche qui

Altri articoli
Matrice di Eisenhower 7
Bacheca Trello per la produttività