Un piccolo gesto aiuta questo progetto a crescere.
brown lion

Come diventare un leader e migliorare la leadership

Come leader abbiamo la responsabilità di migliorare, non solo verso noi stessi, ma anche verso coloro che guidiamo. Ma quali sono i comportamenti da mettere in atto, per diventare un leader e migliorare la capacità di leadership oggi stesso?

Come diventare un leader e migliorare la leadership 1

Quando si considera l’aspetto di un buon leader, troverai una grande quantità di libri, articoli, siti web e opinioni. Penso a questi pezzi di puzzle e voglio sfidarti a costruirlo per te stesso/a, e che sia rilevante per il tuo contesto. Per definire l’aspetto di un grande leader, inizia elencando le competenze (non più di 5-8) in ciascuna delle categorie che ritieni critiche, per essere un leader efficace e di impatto nella tua azienda o settore.

Considera come un buon leader conduce se stesso e quali competenze sono necessarie per un’autogestione efficace.

Imparare a condurre bene se stessi è una delle cose più importanti che potrai mai fare come leader.

Gli esempi possono includere: intelligenza emotiva, umiltà, resilienza. Come leader hai bisogno di competenze che ti consentano di trattare con le persone che lavorano insieme a te. Gli esempi possono includere: sensibilità interpersonale, gestione dei conflitti, orientamento al cliente ecc.

Infine, considera quali sono le competenze più importanti quando guidi un’azienda, o un ufficio, o un reparto, in cui il tuo ruolo di leader è quello di immaginare, guidare e raggiungere risultati sostenibili. Gli esempi possono includere: creare una visione, pianificazione, processo decisionale, esecuzione della strategia.

Definisci quale tipo di leader vuoi essere

Come diventare un leader e migliorare la leadership 2

In primo luogo, è importante definire cosa si vuole essere. Se non sai verso cosa stai lavorando non avrai un contesto chiaro, che ti permette di diventare un leader migliore. Fatti ispirare dalle seguenti citazioni:

Chi pensa di guidare gli altri e non ha nessuno che lo segue sta solo facendo una passeggiata.

John Maxwell

Ci sono tre tipologie di leader. Quelli che ti dicono cosa fare. Quelli che ti lasciano fare ciò che vuoi. E i leader “lean” che vengono da te e ti aiutano a scoprire cosa fare.

John Shook

Le persone non possono essere gestite. Gli inventari possono essere gestiti, ma le persone devono essere guidate.

Ross Perrot

Una volta che hai costruito il tuo modello di leadership assicurati di essere in grado di definire chiaramente le competenze necessarie. Identifica anche gli indicatori comportamentali che ti aiuteranno a determinare il tuo livello di competenza.

Valuta le tue competenze

Esamina attentamente ogni competenza e valutati su una scala del tipo:

  • Ci devo lavorare ancora
  • Ci sono quasi
  • Ho imparato questa competenza
  • Sono un’esperto/a e posso allenare qualcuno
  • Puoi anche chiedere a coloro che lavorano a stretto contatto con te di darti la loro opinione

Crea il tuo piano di sviluppo personale

Considera i risultati della tua valutazione e crea un piano di sviluppo personale scritto per te stesso ponendo le seguenti domande:

  • Su cosa vorrei migliorare?
  • Cosa ho intenzione di fare per migliorare?
  • Entro quando?
  • Chi mi aiuterà?

Impegnati in un’area che si desidera migliorare. Questo ti permetterà di concentrarti su un obiettivo alla volta ed è più realistico e realizzabile.

Trova un mentore e/o un coach

Ci sono molti vantaggi nel collaborare con un coach o un mentore nel tuo percorso di sviluppo.

Nella mia esperienza personale, ho trovato utile avere un mentore responsabile che mi ha permesso di rimanere concentrato sui miei obiettivi.

Qualcuno che ha messo in discussione il mio modo di pensare e mi ha incoraggiato con la sua esperienza e intuizione. Assicurati di trovare un coach o un mentore accreditato e adatto e ricorda che non si tratta di una discussione una tantum – questa è una persona che dovete vedere regolarmente.

Creati delle abitudini

Impegnati in un orario fisso ogni settimana (anche se solo per un’ora o due) aiuta a mantenere lo slancio.

Se non crei questo ritmo per te stesso, le questioni urgenti avranno la priorità e, prima che te ne accorga, sarà passato un mese dall’ultima volta in cui hai investito attivamente, o riflettuto sulle aree in cui vorresti migliorare. Di tanto in tanto rivaluta come stai agendo e aggiorna o adatta il tuo piano di sviluppo personale.

Condividi le tue opinioni.

Leggi altre risorse
person holding phone
Elimina le notifiche push che rovinano la tua produttività