Come rimanere produttivi con una vita irregolare

Le migliori pratiche per rimanere produttivi si basano sul volerci mantenere produttivi e concentrati mentre portiamo a termine tutte le nostre attività.

produttivi

Ma cosa succede fuori dall’orario 09 / 18? Cosa succede se per lavoro viaggi tanto? Se il tuo programma ha un imprevisto?

Puoi trovare suggerimenti su come disattivare le notifiche, affrontare le attività a blocchi e scrivere un elenco fisico delle cose da fare. La stragrande maggioranza di questi consigli nasce con il tradizionale giorno lavorativo in mente: seduti su una scrivania dalle 9.00 alle 18.00 ogni lunedì al venerdì (quando va bene..).

L’imprevedibilità o meglio dire i ritmi infernali a cui la nostra vita è sottoposta, mette a dura prova i nostri neuroni.

Ho parlato di come il nostro cervello lavoro bene con una routine, qui.

E’ chiaro che seguire una routine ha grandi benefici per la produttività, la creatività. Ma conoscere i benefici della routine e trovare un modo per coltivarla quando hai qualche imprevisto oppure ti dividi tra mille impegni, è un’altra cosa.

produttivi

Queste tre tattiche ti aiutano ad aggiungere più produttiva in un programma disorganizzato.

Costruire la routine intorno alle parti non lavorative della giornata

Il lavoro non è l’unica parte della tua vita che può e deve seguire una routine regolare. Pensa bene quando la sera sei seduto sul divano che compulsi il Tablet mentre guardi la tua serie preferita su Netflix. Lo so che serve svagarsi la sera dopo una giornata lavorativa, ma dedica il giusto tempo ad alimentare pratiche che ti rendono più produttivo. Un esempio: dopo cena durante la settimana dedico sempre 50 minuti ad ascoltare qualche puntata dei miei podcast preferiti.

Un altro esempio?

Sfrutto i frequenti spostamenti (quando viaggio in treno o in aereo) per svuotare la mia testa da tutti i pensieri, pensaci bene..ti basta un foglio bianco ed una penna. Quello che viene fuori è una lista di cose da fare, compiti, incombenze familiari., ecc.  Potrebbe anche stimolarti nell’alzare il telefono e sentire quella tua ex collega che ha cambiato lavoro 15 mesi fa. Con un minimo sforzo queste routine mattutine o serali inizierai meglio la tua giornata lavorativa.

Creare una struttura intorno al lavoro

Indipendentemente da cosa significhi lavoro per te, è importante costruire una struttura intorno a quelle 8/10 ore che passi svolgendo i compiti per cui sei pagato. Sviluppa delle strutture che dicono al cervello che è il momento di lavorare concentrato.

Delinea i tuoi punti fermi.

produttivi
produttivi

Alcuni esempi: stai lavorando sulla stesura di un testo scritto? Riduci i rumori di fondo, ascoltando musica rilassante con i tuoi auricolari. Io personalmente prediligo la playlist “Massima Concentrazione” che puoi trovare su Spotify qui.

produttivi

Ricordati che la routine è tua

Vedrai i maggiori ritorni da una routine quotidiana quando si tratta di un tuo programma personalizzato che ti aiuta a sintonizzarsi sui tuoi ritmi e obiettivi che ti sei dato. Ecco perché c’è non c’è nessun valore nello studiare le routine di Steve Jobs o Albert Einstein – quello che ha funzionato per loro al 100% non funzionerà per te.

Sperimenta un pò prima di trovare i tempi più produttivi, quindi programma tutto il resto intorno a loro.

Smettila di procrastinare!

Ricevi ogni settimana la tua newsletter di crescita personale

Unisciti a 1.673 altri iscritti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: