4 sfide per la cultura del lavoro di domani

Tempo di lettura: 4 minuti

Tecnologia, carenza di talenti, e fiducia sono solo alcune delle questioni che sfideranno la cultura del luogo di lavoro nel prossimo decennio.

il futuro del lavoro

Come cambierà la cultura del posto di lavoro?

Quali sono le sfide da affrontare?

Quali saranno i cambiamenti?

Negli ultimi anni, si è assistito ad un’eccezionale consapevolezza e ridefinizione, della cultura del luogo di lavoro, sia da parte delle azienda, che dei dipendenti. La cultura è la “personalità” di un’azienda, incluse le aspettative comportamentali, le pratiche e le norme che influenzano il modo in cui le persone interagiscono.

Recenti ricerche, hanno scoperto che la cultura aziendale è il secondo fattore più importante che i candidati prendono in considerazione, quando si considera se lavorare per un’azienda.

Allo stesso tempo, la cultura del luogo di lavoro è influenzata da diversi fattori in modo significativo. I cambiamenti demografici, le iniziative di diversità e inclusione, la carenza di talenti, l’automazione, l’evoluzione tecnologica e l’invasione di dati stanno convergendo per creare cambiamenti sia immediati che a lungo termine.

I team saranno più inclusivi che mai

il futuro del lavoro

Poiché la carenza di lavoratori skillati costringe le organizzazioni ad attrarre nuovi talenti, la cultura aziendale dovrà concentrarsi sull’inclusione per creare ambienti di lavoro armoniosi e produttivi.

I team di funzione o di progetto saranno sempre più distanti: le soluzioni tecnologiche, avranno un ruolo in questo cambiamento culturale, facilitando la collaborazione tra i fusi orari, fornendo soluzioni per le persone con disabilità e persino aiutando i manager a smontare i propri pregiudizi.

Essere un comunicatore efficace sarà più difficile

il futuro del lavoro

Trovare dipendenti con grandi capacità di comunicazione e leadership, è una sfida perenne per le aziende di oggi.

E i nostri attuali luoghi di lavoro non fanno molto per coltivare queste competenze: gli open space dove i dipendenti lavorano con le cuffie (a volte sono uno di questi), erodono ulteriormente le capacità di comunicazione. Tra dieci anni, il divario nelle capacità di comunicazione probabilmente si allargherà.

Oltre alla voce, al testo e al video, i progressi della realtà virtuale cambieranno il modo in cui le persone si incontrano e interagiscono, ed essere un efficace comunicatore includerà la padronanza dei vari media. L’adattamento e l’abilità nell’uso di più piattaforme sarà essenziale: gestire le piattaforme stesse in modo inclusivo sarà fondamentale, man mano che i luoghi di lavoro diventano sempre più diversificati.

Il fattore fiducia sarà più complesso

il futuro del lavoro

Poiché l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, permeano praticamente ogni area di lavoro, i datori di lavoro avranno accesso a molti più dati sui dipendenti, sulla produttività, e sui modelli di lavoro.

Questa trasparenza consentirà ai datori di lavoro di trovare il modo di migliorare la produttività, ad esempio fornendo formazione in aree in cui i dipendenti sembrano essere in difficoltà. Tuttavia, tali dati porteranno anche a nuove preoccupazioni sulla privacy: la sfida è quella di garantire che i dati in possesso dell’azienda siano conservati accuratamente.

Di conseguenza, le aziende dovranno analizzare e controllare i dati per assicurarsi di “leggerli” correttamente e bilanciare le decisioni sui singoli dipendenti con le proprie conoscenze.

I dipendenti dovranno anche sentire che i datori di lavoro, stanno salvaguardando i dati raccolti, quindi sarà necessario essere trasparenti sulle modalità di raccolta e utilizzo dei dati, per promuovere la fiducia tra datore di lavoro e dipendente.

Spazi di lavoro efficaci possono rendere “popolare” il caro vecchio ufficio

il futuro del lavoro

La cultura è influenzata anche dagli spazi in cui si lavora: alcune aziende creeranno ambienti di lavoro più flessibili, progettati con attenzione, che facilitano il flusso di lavoro e le esigenze dei dipendenti. La progettazione includerà più spazi privati e postazioni di lavoro che facilitano la concentrazione e il lavoro concentrato.

Poiché gli strumenti collegati e i controlli ambientali diventano sempre più “intelligenti”, il controllo di tutto, dai livelli di illuminazione e rumore ai livelli di temperatura degli uffici sarà ottimizzato per le prestazioni e il comfort dei dipendenti.

Spazi belli che hanno una tecnologia eccezionale e facilitano il lavoro possono anche attirare più lavoratori in remoto.

La tecnologia consente alle persone di lavorare da qualsiasi luogo, ma è necessario riunirsi per costruire realmente un team e la cultura, per cui non puoi avere tutti che lavorano a distanza.

Se la tecnologia si sviluppa come previsto, e viene utilizzata correttamente, l’inclusione, la fiducia e gli investimenti nei dipendenti guideranno la cultura del luogo di lavoro in un decennio.

I datori di lavoro dovranno abbracciare la trasparenza e costruire relazioni a lungo termine con i dipendenti per creare la cultura che egli stessi cercano e non vogliono lasciare.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: